Pubblicità


PUBBLICITA’


Informazioni

Cerca in DonnaVip

Allergia al nichel: diagnosi e rimedi

E’ una delle dermititi da contatto più diffuse che colpisce in modo particolare le donne. Il nichel è un metallo che si è rivelato negli ultimi anni uno degli agenti allergizzanti maggiormente responsabile di dermatiti e allergie nei paesi sviluppati. Esso è presente sia negli alimenti come molluschi, arachidi, aragosta, nocciole, lattuga, spinaci e cioccolata sia in alcuni accessori che indossiamo abitualmente come bigiotteria, fermacapelli, cinture, cerniere, aghi, e persino nei cosmetici.

Ogni volta che il nostro organismo riconosce nel nichel l”intruso”, ha come reazione il suo rifiuto che si traduce nei fastidiosi arrossamenti accompagnati di prurito e vescicole pruriginose che si formano sull’epidermide. L’allergia può anche manifestarsi con problemi respiratori come asma o coliti croniche.

Per diagnosticare questo tipo di disturbo occorre fare dei test cutanei meglio conosciuti come patch test. Si tratta di applicare sulla parte esterna del braccio un cerotto che contiene l’agente allergizzante. Nel momento in cui togliamo il cerotto e ci ritroviamo l’epidermide irritata e arrosata, ciò vuol dire che il nostro sospetto legato all’intolleranza al nichel ha trovato riscontro. Per evitare di incorrere in questo disturbo meglio seguire qualche utile suggerimento: evitiamo di utilizzare bigiotteria o cometici che non portino l’indicazione “nichel free” e limitiamo il più possibile il contatto con utensili in ferro, casse di orologi, fibie di valige, maniglie in ferro ecc.

Naturalmente ciò non vuol dire che dobbiamo fare a meno di strumenti che siamo obbligati, per un motivo o per un altro, ad usare nel quotidiano: dobbiamo solo scegliere oggetti fatti possibilmente di materiali diversi come le stoviglie che dovranno essere esclusivamente in acciaio inox al 100% e in vetro. Seguiamo inoltre un regime alimentare che riduca al minimo l’apporto di nichel: meglio mangiare carne, pesce, patate e latticini che sono consentiti senza alcun limite oppure uova, caffè, cavolo, riso e frutta che contengono in piccole quantità il nichel e sono consentiti in modiche quantità, che alimenti che ne sono particolarmente ricchi quali lievito, vino rosso, arachidi, carote, lattuga, molluschi ecc.

Potresti essere interessato a leggere anche :

  1. Pancia gonfia dopo i pasti: cause e rimedi
  2. Rimedi per salvarsi dal tecnostress
  3. Disturbi articolari e rimedi naturali
  4. Insonnia e risvegli frequenti: cause e rimedi
  5. L’erboristeria e i rimedi naturali

Pubblicità


Cerca

Make-up

Il trucco che fa miracoli: il caso di Paola Perego

Il trucco che fa miracoli: il caso di Paola Perego
Oggi per la rubrica il trucco che fa miracoli, parliamo della conduttrice Rai Paola Perego. Classe ’66, ex moglie di un calciatore, attualmente [ Continua ... ]

Blush e trucchi per la correzione delle forme

Blush e trucchi per la correzione delle forme
Il blush è un cosmetico troppo spesso sottovalutato, quando si parla di look viso e make-up. E invece, anche da solo, senza alcuna base trucco, può [ Continua ... ]

Blush per tutti i gusti: i segreti per sfumarlo

Blush per tutti i gusti: i segreti per sfumarlo
In crema, in polvere compatta o libera o in stick. Per ottenere un finish perlato oppure un effetto ultra matt, puntando a un timido rosa appena [ Continua ... ]